Introduzione a “l’inconoscibile inconscio”

Si afferma spesso, e a ragione, che di fronte ai misteri del cervello umano la scienza non ha detto l’ultima parola. Potrei io, in quanto non scienziato, dire la mia opinione ?
C’è un limite oltre il quale il non scienziato può spingersi, senza apparire temerario, troppo arrogante forse ? Secondo me, come esistono tante religioni, spesso basate su fantasie senza storia alcuna, un uomo ha il diritto di basare un ragionamento su quanto in suo possesso come lettura o esperienza. I miei ragionamenti non devono alzare la bandiera della scienza positiva sull’umanità, ma sono di spunto per gli scienziati a riflettere e sentire ancora di più l’esigenza di sviluppare questo campo ancora inesplorato: l’inconscio umano.

inconoscibile-inconscio-immagine-articolo

In questo libro proverò a spiegarvi l’inspiegabile: come mai quando una persona è legata ad un’altra persona, quest’ultima ha l’intuizione sui suoi pensieri, la sente enormemente ?

E perché mai nella nostra vita, spesso ci imbattiamo in casualità che sembrano fatte apposta per il nostro ultimo ragionamento ? E come mai, certe volte, pare che le persone leggano nel nostro stesso pensiero con ciò che dicono ?

Per avere una base di partenza nelle mie riflessioni che, ripeto, non vogliono avere barlume di scientificità rigorosa, ma rimangono appunto, riflessioni oggettive pre-scientifiche, mi avvarrò del pensiero freudiano e junghiana. Freud e Jung rimangono due pilastri della psicologia. I loro scritti, la loro esperienza sul terreno fa si che oggi si possa parlare di inconscio senza impallidire, senza adombrarsi. Anzi, per questi due giganti della psicologia, autentici padri pur su piani diversi, leggere la psiche è un lavoro possibile, faticoso ma possibile.

Ecco, io aggiungo al loro immenso e impagabile lavoro quello di ipotizzare la presenza di ricettori nel sistema nervoso centrale che captino l’inconscio altrui. Da questa semplice intuizione, avente comunque una base di scienza nelle mie nozioni, vorrei farvi riflettere e ragionare e tornare al punto di partenza: tanto misterioso il cervello umano, tanto forte potrebbe essere la presenza di realtà non conosciute ma che nei loro effetti mi sembra abbiamo partorito molti fatti concreti.

Potete acquistare
l’Inconoscibile Inconscio su Amazon

Condividi se ti piace

  • Facebook
  • LinkedIn
  • Twitter
  • Google Plus

Alternativa a PhotoShop gratuita: Paint.net

Un’alternativa a PhotoShop gratuita, per i programmi di grafica e fotoritocco, è PAINT.Net, un software leggero e gratuito sviluppato all’Università di Washington, con la collaborazione della Microsoft. Il software è completamente gratis ed è un’applicazione di grafica raster che presenta i livelli di intervento, così importanti sui software di fotoritocco e grafica come PhotoShop e Gimp.

Questo programmino ha varie funzionalità importanti che riprendono quelli delle applicazioni maggiori, e usarlo su un computer senza altri programmi potenti rappresenta un modo per fare fotoritocco e grafica senza dover acquistare costose licenze.

Certo, un grafico professionista non lo utilizzerà al posto di Adobe PhotoShop. Ma Paint.net è ottimo per tutti coloro che su un computer, magari al lavoro, devo effetturare piccoli lavori di intervento sulle immagini senza volere o potere acquistare la licenza per i programmi più potenti e blasonati.

Il programma può essere scaricato liberamente, alla pagina del download di Paint.net. Lo consiglio vivamente a tutti coloro che devono effettuare interventi sulle immagini ma non vogliono interessarsi dei programmi sofisticati come GIMP o standard nel mondo della grafica come PhotoShop, costoso e potente.

Condividi se ti piace

  • Facebook
  • LinkedIn
  • Twitter
  • Google Plus

Offerte di lavoro per E-mail

Nel cercare offerte di lavoro su Internet, vi sarete spesso trovati nella difficile situazione di non saper scegliere il sistema o il sito Web migliore per rimanere costantemente aggiornati sulle continue e nuove offerte di lavoro delle aziende nella vostra città o regione.

Un sito Web per le Offerte di Lavoro

Ho deciso di scrivere questo post per aiutarvi a rimanere sempre aggiornati sulle offerte di lavoro per la vostra professione, tramite un sito Web ricco di offerte e allo stesso tempo che offre un servizio molto potente per rimanere sempre aggiornati.
Basta andare al sito http://it.indeed.com/ e scrivere nell’apposito motore di ricerca interno la professione o la parola chiave collegata alla professione, e nello spazio successivo la città di riferimento per le offerte lavorative ricercate.

Nella schermata successiva potrete leggere tutte le offerte di lavoro relativa alla mansione richiesta e nella città che vi interessava. Sul lato destro della seconda schermata potete adesso inserire il vostro indirizzo di posta elettronica. Inserendo il vostro indirizzo mail potrete ricevere tutte le nuove offerte di lavoro nelle settimane successive, senza per forza navigare sui siti Web del lavoro.
Dopo questo inserimento, riceverete entro 10 minuti una mail, all’indirizzo che avete specificato prima, con un collegamento per confermare il vostro avviso. La successiva schermata vi confermerà che avete attivato l’alert per le nuove offerte di lavoro su Indeed.

Offerte di lavoro nella vostra posta elettronica

Ciò che vi ho descritto è un ottimo sistema per essere aggiornati sulle offerte di lavoro della vostra città, senza perdersi tra decine di siti Web di annunci di lavoro e senza tornare sugli stessi siti Web continuamente. E’ possibile tramite le stesse e-mail eliminare l’alert di avviso delle nuove offerte, soprattutto se avrete finalmente trovato il vostro lavoro. Avrete così nella vostra casella di posta annunci aggiornati di lavoro e potrete cliccare solo se vi interessano veramente.

Offerte di lavoro
Offerte di lavoro
Offerte di lavoro

Condividi se ti piace

  • Facebook
  • LinkedIn
  • Twitter
  • Google Plus

Corso SEO On Page – Il Metadato keywords – Video n° 3

Terza Lezione del mio video-corso SEO on page. Nel video viene trattato il metadato kewyords, che in passato è stato molto considerato dagli esperti e dai motori di ricerca.

Pubblico adesso il video sul blog, potete seguire tutti i video alla playlist su YouTube del Corso SEO.
Buona visione e, soprattutto, buon ascolto!

Condividi se ti piace

  • Facebook
  • LinkedIn
  • Twitter
  • Google Plus

Latte biologico: i vantaggi

Non è solo una questione di amore per gli animali: il latte biologico fa bene al cuore degli esseri umani, e aiuta ad essere più sani.

Latte Biologico – I Vantaggi di una Mucca sana

I ricercatori del Washington State University’s Center for Sustaining Agriculture and Natural Resources (CSANR), hanno analizzato 384 campioni di latte intero sia biologico sia convenzionale, nell’arco di 18 mesi. Grazie a queste analisi hanno scoperto che, a parità di acidi grassi totali, rispetto al latte normale, il primo contiene più omega-3 (+65%), considerati amici del cuore e presenti, per esempio, nel pesce, e meno omega-6 (-25%), contenuti nelle patatine fritte e in altri alimenti poco sani. Queste differenze fanno sì che il rapporto tra i due, ritenuto il parametro fondamentale, sia 2,28, e cioè un valore molto più vicino a quello considerato ideale (2,3) rispetto a quello del latte convenzionale (pari a 5,77).

Latte biologico: più sano, meno pesticidi

Il latte biologico è più sano: infatti alle mucche non vengono somministrati gli ormoni della crescita; inoltre, è sano perché prodotto senza pesticidi dannosi,  e alle mucche non vengono dati antibiotici.

Il latte biologico rispetta gli animali

“Contrariamente alle mucche degli allevamenti industriali, le mucche allevate in maniera biologica devono avere accesso a spazi aperti. Le mucche che producono latte biologico hanno la possibilità di brucare liberamente nei pascoli di molte fattorie specializzate in prodotti lattiero-caseari. Questo tipo di allevamento è attento ai bisogni degli animali, non è crudele, è l’ideale per molte comunità rurali, rispetta molto la natura (aria, acqua e terreno) e fa bene alle persone.”

Latte biologico – Vantaggi, conclusioni

Concludendo, consumare latte biologico fa bene agli animali, con mucche sane e libere di pascolare, non costrette a trattamenti crudeli. Allo stesso tempo, aiuta noi umani a stare meglio, non facendoci assumere pesticidi, antibiotici ed evitandoci mucche che assumono ormoni della crescita. Che volete di più ?

 

Condividi se ti piace

  • Facebook
  • LinkedIn
  • Twitter
  • Google Plus