Le mie Raccolte Poetiche
l’acquisto sarà Svolto su Amazon

Poesie della maturità: Le ultime poesie


Le poesie degli anni 2003-2017, le ultime di Roberto Di Molfetta. Perché la vita scolpisce il nostro io più profondo, perché la maturità è ciò che siamo dopo l’esperienza vissuta giorno per giorno, emozione dopo emozione

Rinascere: Poesie di un Uomo

Raccolta poetica sul sentimento del dolore di vivere, vissuto alla luce degli affetti più cari, del legame che unisce gli esseri umani tra loro, per rinascere nuovo nello spirito.

Le Poesie e il Desiderio d’Amore

In queste pagine ho raccolto la mia produzione poetica degli anni 1991-2008, in cui ripercorrere i miei sentimenti per le donne sognate o amate in quel periodo lungo della mia vita.

L’amore è un tema troppo vasto e bello per cercare di ridurlo ad alcune liriche distribuite in un tempo così ampio. Certamente i sentimenti che si provano durante l’anelito di amore verso una donna sono per un uomo quanto di più intimo e profondo, anche socialmente sconvenienti per la loro carica patetica, che possa albergare nel proprio animo.


E proprio forte di questa mia apertura intima al pubblico che chiedo venia: di una certa ingenuità lirica ed espressiva dei primi componimenti, quando lo spirito era ancora adolescenziale e la scoperta dell’amore era ancora nella sua fase di immaturità e di curiosità primigenia.

Il mio grande innamoramento, dagli anni 99-2000 in poi, mi ha segnato profondamente, come profondamente segnata è la produzione poetica. Dall’animo semplice ed in fondo ingenuo dei primi scritti, passo alla lacerazione di un innamoramento sconvolgente per la psiche e i pensieri, tanto che da allora difficilmente mi lascio andare ancora a scritti a tema amoroso.

Prendete questo mio viaggio negli anni come il viaggio di un animo giovane, che scopriva, anche suo malgrado, quanto immenso sia il sentimento dell’amore e della passione verso un’altra persona, al punto di arrivare cambiato, stravolto, temprato da anni di sentimenti, anche contrastanti, ma che maturano profondamente l’uomo che ne nasce, nuovo.